1999 Cristina Show

Pubblicato in Storico mostre

Cristina Show

a cura di Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea

9 ottobre – 2 novembre 1999

Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano (Brescia)

Volume: Skira editore - Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea

Sabato 9 ottobre 1999 la Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea inaugura la mostra dell’artista virtuale Cristina Show. Ideata e progettata nel corso didattico dell’artista Aldo Spoldi presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, priva di fisicità come Lara Croft, la diva di un famoso videogioco, Cristina coniuga nel suo lavoro di artista virtuale la didattica al sistema dell’arte: il nuovo orientamento della ricerca artistica contemporanea è quello infatti di assegnare all’arte un’utilità pratica. L’Abito Altalena è appunto il lavoro che le studentesse Daniela De Vito e Silvia Bassi hanno ideato appositamente per questa mostra sotto la guida del docente Aldo Spoldi: un tutù dotato di imbragatura che oscillando consente di gestire in maniera spettacolare la vendita dei biglietti di ingresso alla mostra di Lucio Fontana in corso presso il medesimo spazio espositivo. Il servizio richiesto è così svolto in maniera acrobatica e unisce l’arte della performance all’arte dell’economia.

In mostra, curata da Antonella Giardina, saranno esposte le opere di Cristina Show i cui contenuti spaziano dall’erotismo alla cura della malattia mentale, dall’infanzia alla performance di danza, mentre le tecniche usate sono multimediali: fotografie, quadri, disegni, pitture, sculture, opere teatrali, oggetti realizzati dal gruppo di studio composto da Silvia Bassi, Adelchi Bondioli, Daniela De Vito, Melania Fodritto, Elena Nicotra, Veronica Passerini, Tiziana Tettamanti.

Elena Nicotra e Daniela De Vito hanno inoltre elaborato l’opera-biografia di Cristina che la vuole nata in una favela di Rio de Janeiro il 13 marzo 1974 da padre slavo e madre brasiliana

Galleria immagini