1999 Lucio Fontana. L’altro spazio

Pubblicato in Storico mostre

Lucio Fontana. L’altro spazio
a cura della Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea


11 settembre – 2 novembre 1999

Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano (BS)

Catalogo Skira editore – Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea

Sabato 11 settembre 1999 la Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea, con il patrocinio della Regione Lombardia e degli Assessorati alla Cultura di Brescia e Bergamo e dei Comuni di Brescia, Palazzolo sull’Oglio e Rodengo Saiano, apre al pubblico presso l’Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano la mostra Lucio Fontana. L’altro spazio.

L’esposizione, organizzata in collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana, chiude la serie delle mostre italiane dedicate alla celebrazione del centenario della nascita dell’artista. Il particolare interessa di questa mostra, articolata in numerose sale dove vengono presentati i vari periodi che hanno caratterizzato la sua ricerca (15 tele, 62 disegni, 7 ceramiche, 2 nature, 2 lamiere, 1 ambiente spaziale) risiede anche nel fatto che per la prima volta viene esposta l’opera dal titolo La Trinità. Si tratta di un trittico di grandi dimensioni, che rappresenta uno dei più significativi esempi della sua ricerca spaziale. Inoltre è stato ricostruito l’Ambiente spaziale a luce nera, 1948-49, che rappresenta il punto di avvio delle sperimentazioni sullo spazio e sulla luce.

In occasione della mostra, oltre al catalogo relativo alla stessa introdotto da un testo critico di Loredana Parmesani, la Fondazione Ambrosetti, in collaborazione con la Fondazione Fontana, pubblica con l’editore Skira un importante documento in grado di dare un contributo sostanziale per l’approfondimento della conoscenza dell’opera di Fontana. Si tratta della raccolta di più di 300 lettere che l’artista ha scritto, tra il 1919 e il 1968, a familiari, parenti, amici, collezionisti, istituzioni, che testimoniano, insieme alle opere, il fermento quotidiano della sua ricerca.

(Lucio Fontana. Lettere. 1919 - 1968)

Galleria immagini