1998-1999 Le tecniche dell'arte
1998-1999 Le tecniche dell'arte

A cura di Loredana Parmesani

La Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea, la cui finalità è quella di promuovere la conoscenza dell’arte moderna e contemporanea, oltre all’attività espositiva ormai consolidata con mostre di carattere storico quali quelle di Valerio Adami, Karel Appel, Joan Miró, Marc Chagall, propone anche una serie di approfondimenti sui linguaggi artistici contemporanei.

Nel nuovo ciclo dal titolo “Le tecniche dell’arte”, coordinato da Loredana Parmesani, si affrontano le varie problematiche dell’arte attraverso temi di carattere storico o legati all’attualità della ricerca artistica, cercando di chiarire i rapporti tra arte e tecnica nella modernità, da intendersi sia di utilizzo della tecnica da parte dell’arte, sia di scontro e di conflitto.

Nel XX secolo l’arte ha infatti vinto e perso battaglie millenarie, ma lo scontro decisivo sarà quello che la opporrà alla tecnica. Una battaglia inutile, perché l’arte è altrove in quanto trova la sua verità non nella sua resa tecnica ma nel pensiero estetico che la sottende. Con la crisi della rappresentazione la scienza ha fatto della tecnica una spada al servizio del volere per il volere di cui noi non conosciamo che la sua  oscurità pur essendone affascinati. Un fascino che ha la forma di un destino e al quale possiamo sottrarci solo rimettendo all’ordine del giorno l’immanenza del conoscere e la felice solitudine del divenire “con.vissuto”.

Gianni Emilio Simonetti (scrittore e critico) È Gianni Emilio Simonetti ad aprire il ciclo di conferenze “Le tecniche dell’arte“, organizzato dalla Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea e coordinato da Loredana Parmesani. Simonetti chiarirà i rapporti fra arte e tecnica della modernità, da intendersi sia come utilizzo della tecnica da parte dell’arte, ma anche di scontro e di conflitto. Nel XX secolo l’arte ha infatti vinto e perso battaglie millenarie, ma lo scontro decisivo sarà quello che la opporrà alla tecnica. Una battaglia inutile secondo Simonetti perché l’arte è altrove, in quanto trova la sua verità non nella sua resa tecnica…
Arnaldo Pomodoro (artista) La seconda conferenza del ciclo “Le tecniche dell’arte” a cura di Loredana Parmesani vede ospite della Fondazione Ambrosetti l’artista Arnaldo Pomodoro che presenterà il filmato Arnaldo Pomodoro. Racconto dell’artista, illustrandovi il lavoro e il clima culturale degli anni Sessanta. Lo scultore svilupperà l’incontro commentando le immagini che andranno via via ricostruendo la sua cinquantennale ricerca artistica, evocata dalle forme delle sue sfere, dei suoi cilindri, delle sue piramidi e dei suoi dischi circolari e luminosi, una geometria resa perfetta dalla lucentezza che il bronzo assume, in contrapposizione al nucleo squarciato di Sfera con sfera, opera esposta in…
Enrico Baj (artista) Nella terza serata del ciclo “Le tecniche dell’arte” organizzato dalla Fondazione Ambrosetti  Arte Contemporanea, Enrico Baj presenterà il suo ultimo libro “Dizionarietto di sopravvivenza. 200 voci per non capire”, scritto in collaborazione con il figlio Angelo. Già alcuni anni fa Baj titolò “Ecologia dell’arte” il manualetto di sopravvivenza nel mondo dell’arte con l’idea di fondo, ribadita anche nella nuova pubblicazione che, se si devono ripulire i fiumi, si debba prima ripulire la nostra mente perché è inquinato anche il nostro immaginario (“forse che l’immaginazione potrà mai essere una questione di potere?” ha scritto in un altro dei…
Renato Palazzi (critico teatrale e cinematografico) Dalle origini dell’avanguardia storica la tendenza verso l’azione e la performance comportamentale è una costante che ha condotto ad una felice stagione creativa culminata nell’happening degli anni Cinquanta e Sessanta e nella stretta relazione fra arte e teatro dei decenni successivi. L’analisi di questi rapporti vuole mettere in evidenza l’importanza in entrambe le discipline, l’arte e il teatro, del continuo scambio di linguaggi e di tecniche.    Biografia Renato Palazzi inizia la sua attività nel 1968 collaborando con riviste teatrali quali”Sipario”, “Spettacoli e società” e con le pagine culturali di vari quotidiani. Dal…
Guido Molinari (critico) Nella quinta ed ultima conferenza che chiude il ciclo “Le tecniche dell’arte” coordinato da Loredana Parmesani, Guido Molinari si soffermerà sui passaggi dal fotomontaggio all’immagine digitale. La manipolazione del materiale visivo nell’epoca attuale non richiede più la sofisticata ed esclusiva competenza tecnica necessaria in passato. Chiunque di noi oggi può facilmente intervenire e modificare immagini servendosi di un comunissimo personal computer, ma è un dato di fatto che dagli albori del fotomontaggio all’attuale intervento in digitale sono profondamente mutati i termini di riferimento verso queste tecniche di elaborazione. Nel corso della conferenza verranno evidenziati proprio questi significativi…