2005-2006 I linguaggi del contemporaneo e le loro interazioni
2005-2006 I linguaggi del contemporaneo e le loro interazioni

a cura di Loredana Parmesani

La Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea continua nel 2005/2006 l’indagine sui linguaggi contemporanei in cui da anni è impegnata: si affronteranno, nel ciclo dei nuovi incontri a cura di Loredana Parmesani, l’architettura, la drammaturgia e il design attraverso le “conversazioni” con i maestri divenuti riferimenti ufficiali nei linguaggi anche non strettamente artistici.

Alla musica e al video d’arte saranno destinati nella primavera del 2006 due seminari che rispecchiano la volontà della Fondazione Ambrosetti di rivolgersi ai giovani, fruitori abituali di questi linguaggi, ma non sempre in possesso degli strumenti per comprenderli nella loro complessità, cui seguiranno due momenti dedicati alla danza e al teatro contemporaneo.

Inoltre, da marzo 2006, la Fondazione ha iniziato una collaborazione con l’Accademia LABA di Brescia intorno al progetto Arte e design on the border, curato da Mauro Martinuz e Loredana Parmesani, allo scopo di indagare le zone di confine entro cui il design tende a fondersi con l’indagine artistica o ad assumere le sembianze della tecnologia e l’arte da parte sua a seguire impostazioni metodologiche tipiche del progetto di design. Nel giugno 2006 verrà allestita a Palazzo Panella una mostra dei migliori lavori realizzati dagli studenti dell’Accademia.

di Antonio Tarantino (drammaturgo) con Sandra De Falco (attrice)   Venerdì 21 ottobre, presso il Teatro Sociale di Palazzolo sull’Oglio, alle ore 20.30, la Fondazione Ambrosetti Arte Contemporanea, in collaborazione con la Banca Popolare di Bergamo GRUPPO BPU><banca, presenta lo spettacolo teatrale La casa di Ramallah, Miryam scritto dal drammaturgo Antonio Tarantino e interpretato da Sandra De Falco. Già entrambi ospiti della Fondazione nel marzo del 2005 per una conversazione sul teatro contemporaneo, avevano in quella occasione letto soltanto alcuni testi dello spettacolo: nella mise en espace di venerdì 21, invece, Sandra De Falco darà vita all’intero testo. Si tratta…
Vettor Pisani (artista)   Il lavoro di Vettor Pisani, artista, architetto e drammaturgo, inizia negli anni Settanta, dopo il suo trasferimento da Ischia, dove è nato nel 1934, a Roma, città più ricca di stimoli e intellettualmente più vivace. Così, dall’isola–luogo della memoria, dell’infanzia, della storia personale, Vettor Pisani è accolto con trasporto dalla capitale che ospita la sua prima personale, Maschile Femminile e Androgino. Incesto e cannibalismo in Marcel Duchamp nelle sale della galleria La Salita. Da allora Roma rimane lo sfondo creativo e d’ispirazione dell’artista che presenzierà a Documenta di Kassel nel 1972, ad almeno 6 Biennali di…
Getulio Alviani (artista)   Ideatore plastico, progettista grafico, teorico, collezionista, Getulio Alviani è tra i primi e più lucidi esponenti dell’arte programmata e cinetica nata negli anni Sessanta, intesa come progetto rigoroso, come scienza esatta fondata sull’analisi sistematica dei fenomeni percettivi ed ottenuta dall’utilizzo di formule scientifiche. Attratto fin da ragazzo dai problemi riguardanti la percezione e l’informazione visiva, a partire dagli anni Cinquanta ha inizio per Alviani quel processo di acutizzazione percettiva che sarà alla base del suo lavoro anche di operatore visivo, per finire poi di concentrarsi sui problemi inerenti la plasticità strutturata. Incomincia infatti a realizzare “le…
Andrea Branzi (architetto e designer) La storia di Andrea Branzi ha inizio alla fine degli anni Sessanta, quando fonda nel 1966 a Firenze Archizoom Associati, un gruppo di design e architettura al quale aderiscono anche Gilberto Corretti, Paolo Deganello, Massimo Morozzi, cui si aggiungono nel 1968 Lucia e Dario Bartolini. Archizoom Associati, che si scioglierà nel 1974, in pieno periodo di contestazione ideologica, diviene una delle voci più autorevoli dell’intero movimento dell’Architettura radicale che attacca il tardo e dogmatico funzionalismo dell’Accademia al fine di rigenerare e ridefinire l’architettura. Il tentativo di rottura della disciplina architettonica, per tutti i membri di…
Incontro sulla musica condotto da Gianni Morelenbaum Gualberto (docente di musica presso Università Economica Luigi Bocconi) L’incontro, pur collocandosi all’interno dell’analisi dei linguaggi contemporanei, rispecchia la volontà della Fondazione di rivolgersi soprattutto ai giovani, fruitori abituali della musica contemporanea, ma non sempre in possesso degli strumenti per comprenderla nella sua complessità. Gianni Morelenbaum Gualberto, pubblicista, docente della cattedra di Musica II nel corso di laurea in Economia delle Arti, Cultura e Comunicazione presso la Bocconi di Milano,  direttore artistico della rassegna musicale annuale Aperitivo in concerto al Teatro Manzoni di Milano, autore di oltre 600 voci per l’Enciclopedia della…
Seminario sulla videoarte condotto da Riccardo Apuzzo   Riccardo Apuzzo, formatosi professionalmente in ambienti di ripresa e collaboratore dal 1989 di Studio Azzurro, ha scelto per il seminario 4 videoartisti e cioè Chris Marker, Zbigniew Rybczynski,  Gary Hill e Bill Viola, tutti autori che hanno sentito la necessità di esprimersi ricorrendo all’esplorazione dell’immagine elettronica per raccontare il nostro tempo. Chris Marker, di origine francese, montatore, cineasta, fotografo, scrittore, poeta, romanziere, giornalista, reporter e testimone, creatore di materiali multimediali, in ormai cinquanta anni di attività è passato attraverso diversi mutamenti tecnologici e mediatici, approntando uno stile frammentario e linguisticamente innovativo: la…
Uno spettacolo di Lara Guidetti e Fabio Cherstich   Pentesilea: Lara Guidetti; Achille: Matteo Graziano; coreografia: Lara Guidetti; regia, scene e luci: Fabio Cherstich; consulenza drammaturgica: Sarah Chiarcos   Lo spettacolo del 19 maggio, Pentesilea, è di Lara Guidetti e Fabio Cherstich, l’una coreografa ed interprete e l’altro regista, entrambi ex allievi della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, come Matteo Graziano, il giovane danzatore accanto alla Guidetti in Pentesilea. Narra il mito che Pentesilea, figlia di Marte e di Otrera, fosse regina delle Amazzoni, mitologiche donne guerriere originarie della Tracia che non tolleravano uomini all’interno della loro comunità…
Marco Di Stefano (drammaturgo)   con Francesca Romano, Luca Zangheri, Luigi Guaineri, Maria Cerciello e Marco Di Stefano; Costumi Lucilla Gi – Milano; Coreografia Francesca Romano; Progetto, ideazione e regia Marco Di Stefano e Francesca Romano     Fedra/Teseo, voci di famiglia per un dramma senza titolo, progetto, ideazione e regia di Marco Di Stefano e Francesca Romano, entrambi fondatori di Crolloprospettico, collettivo artistico nato tra le mura della Paolo Grassi di Milano, è lo spettacolo di venerdì 26 maggio, al Teatro Sociale di Palazzolo sull’Oglio. Poeti e drammaturghi di ogni epoca si sono avvicinati a Fedra e hanno raccontato…